Grande vittoria in Corte di Giustizia – Vincono i Magistrati onorari italiani

Dopo una lunga battaglia giudiziaria, finalmente il primo grande risultato per il riconoscimento dei diritti per i Magistrati Onorari da parte della Corte di Giustizia Europea con la sentenza UX del 16/7/2020.

Questa sentenza rappresenta una tappa fondamentale del percorso di emancipazione dei Magistrati Onorari, in attesa da tanti anni di una vera riforma in grado di coniugare il loro ruolo nel funzionamento dell’attività giudiziaria, ad ogni livello, con una condizione lavorativa basata sui diritti e non sulla sudditanza.

La Corte di Giustizia, pronunciandosi sull’ordinanza di rinvio del Giudice di pace di Bologna, ha finalmente messo la parola fine al sofisma giuridico dell’ “incarico onorario”, ritenuto dalla giurisprudenza nazionale della Corte di Cassazione e del Consiglio di Stato incompatibile con il trattamento economico e normativo dei Magistrati quali lavoratori, mettendo al primo posto il carattere genetico del rapporto di servizio rispetto all’effettività del lavoro svolto da parte dei Magistrati quali protagonisti della macchina giudiziaria. Condannando i Magistrati Onorari ad un’eterna precarietà, lo Stato Italiano ha commesso una duplice ingiustizia: nei confronti dei Magistrati come lavoratori e nei confronti della stessa amministrazione giudiziaria, perché, come ci è stato insegnato, la Giustizia esiste solo se esiste una Magistratura imparziale, indipendente ed autonoma, quindi una Magistratura garantita nei propri diritti.

Tutto questo è finito. La Corte di Giustizia Europea ha sancito che i Magistrati Onorari sono da considerarsi lavoratori a tutti gli effetti e che non è ragionevole escluderli dall’ambito del lavoro protetto e tutelato dalle vigenti norme di legge, a tutti gli effetti economici e normativi.

La sentenza rappresenta un passaggio epocale per i Magistrati Onorari come per i cittadini e sarà oggetto di approfondimenti doverosi da parte del Collegio Difensivo, insieme agli stessi Magistrati e alle loro Associazioni.

In questo momento dobbiamo ringraziare pubblicamente le Associazioni che ci hanno dato fiducia nel tempo, come Unagipa, con cui abbiamo condiviso tutto il percorso fin qui seguito, e le altre che hanno creduto nel nostro lavoro e nella nostra impostazione.

Il Collegio è fiero del fatto che suoi due rappresentanti, Avv. De Michele e Avv. Guida, siano coloro che hanno portato fino in fondo le rivendicazioni dei Magistrati Onorari dinanzi alla Corte di Giustizia Europea, ottenendo un risultato prezioso e incancellabile anche per il prosieguo dell’attività necessaria futura, per la piena affermazione dei diritti e delle tutele dei nostri rappresentati.

 

By | 2020-07-16T21:42:14+00:00 luglio 16th, 2020|News|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment